Attività

LE ROTTE DEL PORTO DEI PICCOLI 

Ogni navigazione ha la sua rotta e ogni rotta per poter essere seguita necessita di particolari strumenti condivisi da tutta la ciurma.

Una delle componenti fondamentali che caratterizzano tutti i viaggi intrapresi in questi anni da Il Porto dei piccoli è quella dell’aspetto scientifico: l’utilizzo della scienza diventa mezzo per affrontare in modo consapevole il proprio viaggio. Il mare è l’elemento di riconoscimento dell’Associazione ed è da sempre il comune denominatore di tutte le attività che vengono svolte. Ogni operatore e volontario ha come obiettivo quello di far scoprire le bellezze del mare e dei suoi abitanti. L’associazione crede fortemente che la conoscenza del mare possa essere il primo passo per portare il bambino ad amare l’ambiente che lo circonda e di conseguenza rispettarlo.

Seguire la rotta attraverso “ambiente, gioco e cultura” permetterà una navigazione serena attraverso porti sempre più sicuri!

Attraverso il mare e facendo rotta verso l’ospedale siamo cosi arrivati al cuore dei nostri progetti. Consolidati i progetti Il mare dentro e il mare fuori, nati fin dai primi mesi e gettate le ancore in diversi porti sicuri di tutta Italia, l’Associazione ha seguito nuove rotte e intrapreso entusiasmanti viaggi.

Nel corso degli anni si sono venute a delineare le rotte principali che hanno caratterizzato la nostra navigazione:

IL MARE DENTRO

Il teatro

L’esperienza dell’ospedalizzazione può essere un momento difficile per i bambini e per le loro famiglie: il distacco dall’ambiente familiare, le cure mediche talvolta dolorose, la mancanza di preparazione al ricovero, sono tutti fattori che concorrono a creare un vero e proprio trauma.

Noi de Il Porto dei piccoli non vogliamo che questo accada! Infatti ci impegniamo ogni giorno per rendere più semplice e confortevole questo periodo così difficile.

Con i nostri operatori e volontari, attraverso percorso di gioco e conoscenza, portiamo la cultura del mare, il porto e la natura all’interno degli ospedali, creando così molte occasioni di svago e di allegria per i bambini e le loro famiglie, con l’obiettivo costante di distrarli dalla malattia.  

> LEGGI DI PIÙ


IL MARE FUORI

Il mare fuori

Proviamo ad immaginare un servizio dedicato a tutte quelle famiglie che si trovano all’improvviso ad affrontare la terapia e a restare nei luoghi di cura per tanto tempo in città diverse dalla propria o persino in un altro Paese.
Il magico pulmino del Porto dei piccoli arriva per far salire a bordo i bimbi e condurli insieme a fratellini e genitori alla scoperta del bellissimo mondo che si trova fuori dalla porta di casa o dell’ospedale, per vivere insieme una fantastica avventura!

> LEGGI DI PIÙ


IL MARE A CASA

Il mare a casa

E’ la rotta di un progetto speciale e delicato che ha preso vita nel 2011 con l’obiettivo di creare spazi di evasione, supporto e sostegno per i bambini e familiari, portando “il mare…direttamente a casa loro!“.

> LEGGI DI PIÙ


IL MARE A SCUOLA

Il mare a scuola

La scuola è un altro luogo, oltre all’ospedale, dove la ciurma de Il Porto dei piccoli ama navigare. Il motivo della nostra presenza è quello di sensibilizzare i bambini su temi quali solidarietà, amicizia e socializzazione ma anche rispetto per l’ambiente, musica e cultura.

> LEGGI DI PIÙ


IL TEATRO

Non esiste navigazione più sicura di quella che si affida alle stelle per trovare la giusta via. Il Porto dei piccoli ha più di una stella su cui contare: quella dei teatranti che da anni illuminano palchi e ospedali, corsie e scuole, per portare divertimento e un po’ di fantasia a tanti bambini. Il teatro è nato con l’idea di voler avvicinare i bambini in modo divertente a quelle che potevano essere le paure più comuni legate all’ospedale.

> IL TEATRO


L’Associazione porta avanti, in aggiunta alle attività istituzionali, numerosi progetti specifici finalizzati a rispondere in maniera sempre più specifica alle necessità dei bambini e delle famiglie:

Attività Assistita con Animali – progetto Gimme Five – Qua la zampa

Pet therapy

Attraverso il progetto Gimme Five –  Qua la zampa! portiamo i nostri fantastici amici a quattro zampe all’interno dell’Istituto G. Gaslini di Genova, per coinvolgere i bimbi dei reparti selezionati e i loro familiari attraverso attività assistite con animali a loro dedicate.

L’attività promuove il miglioramento della qualità della vita e del benessere delle persone in terapia. Attraverso l’interazione con cani appositamente formati, guidati da conduttori specializzati, si creano momenti ludico-ricreativi e di socializzazione, utili al personale medico per entrare in relazione con i piccoli pazienti.

Il progetto di dog visiting offre sostegno ai bambini ricoverati presso l’ U.O.C. di Neuropsichiatria Infantile, Malattie Muscolari, Fisioterapia e hospice dell’Istituto Giannina Gaslini.

Attraverso un percorso di gioco e conoscenza, stimolante e innovativo, gli operatori de Il Porto dei piccoli ONLUS, insieme ai conduttori dei cani, coinvolgono i bambini e i genitori in molteplici e differenti attività, con l’obiettivo migliorarne il benessere offrendo un’esperienza diversa dalla routine ospedaliera e più vicina alla vita quotidiana.

Il dog visiting può migliorare l’esperienza ospedaliera dei pazienti sotto diversi punti di vista:

  • distrazione dall’ambiente ospedaliero e dai limiti della propria patologia, attraverso una gratificante interazione con l’animale
  • potenziamento della compliance all’ospedalizzazione (uniformarsi del paziente alle indicazioni mediche ricevute)
  • aumento della fiducia in sé stessi e del senso di protezione in una fase generalmente dominata dall’incertezza
  • elaborazione del linguaggio verbale e non-verbale nella comunicazione

Sostieni anche tu Gimme five! Grazie ad un bonifico bancario intestato a Il Porto dei piccoli ONLUS con causale Sostengo Gimme five! : IBAN 21 W 03111 01401 000000023564


Progetto “A dive in invasive procedures”

Attività operatore

Un progetto di ricerca finalizzato a verificare l’efficacia degli interventi dell’Associazione su variabili quali l’ansia e il dolore procedurale dei bambini. L’obiettivo del progetto è quello di abbassare l’ansia pre-operatoria dei bambini sottoposti ad intervento chirurgico attraverso un colloquio psicologico e un’attività laboratoriale.


L’ambulatorio dei peluches

In collaborazione con il reparto del Pronto Soccorso dell’Istituto G. Gaslini di Genova

La paura è l’emozione più comune tra i bambini che devono affrontare l’esperienza ospedaliera:

  • paura degli adulti, dal momento che non possiedono l’esperienza necessaria per comprendere la malattia o la lesione
  • paura per ciò che non conoscono e per le nuove situazioni
  • paura di non capire così gli sta accadendo

Vogliamo aiutare il bambino che arriva in Pronto Soccorso ad avere meno paura di quello che non conosce, a vivere l’esperienza in maniera più serena, rendendolo consapevole delle cure, delle terapie e degli strumenti che verranno utilizzati su di lui e renderlo parte attiva delle procedure.

Abbiamo quindi creato un mini-ospedale con laboratori dedicati dove i bambini ricoverati potranno portare il loro peluches, con i quali condividere le cure o le procedure dolorose e sperimentare il processo diagnostico-terapeutico interagendo con il personale medico, macchinari e le strutture.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • aiutare i bambini che devono affrontare una visita in pronto soccorso a conoscere precedentemente i dispositivi e le procedure mediche
  • avvicinare i bambini delle scuole al mondo ospedaliero affinché possano essere preparati ad eventuali visite
  • sensibilizzare i bambini all’ospedale e al mondo del volontariato
  • rendere i bambini consapevoli di tecniche di Pronto Soccorso, metodi diagnostici, cure e terapie

Abbiamo esteso il progetto ad alcune classi delle scuole primarie al fine di avvicinarli e aiutarli a conoscere il mondo della malattia e dell’ospedale. Si organizzano due incontri in classe ed una giornata-evento:

  • il primo incontro è dedicato alla presentazione delle più comuni problematiche per cui i bambini posso esser ricoverati in Pronto Soccorso
  • il secondo incontro è dedicato alla produzione da parte dei bambini di elaborati sulle paure e sul mondo ospedaliero
  • giornata di Open Day in reparto o nelle piazze dedicate, durante il quale saranno invitati bambini che, insieme al personale medico- sanitario e agli operatori dell’Associazione, potranno prendersi cura dei propri animali di peluche con metodi diagnostici, cure e terapie.