Il Porto dei piccoli logo

SPORT@HOME

Usiamo lo sport come strumento terapeutico per aiutare i bambini e le loro famiglie!
Un pilastro fondamentale nello sviluppo, sia fisico che psicologico.



Il progetto è rivolto a bambini fragili, che presentano cioè disabilità, che sono ospedalizzati o che vivono in condizioni di difficoltà socioeconomica.

Contatti:

𝗖𝗵𝗶𝗮𝗿𝗮
sporthome@ilportodeipiccoli.org
347 558 9941

𝗔𝗹𝗶𝗰𝗲
familycare@ilportodeipiccoli.org
345 6214524

Progetto finanziato dal Ministero dello Sport.

Vuoi scoprire di più sul progetto?
Contattaci!






Dopo l'invio della richiesta apparirà un pagina bianca, ma non preoccuparti, il tuo messaggio sarà stato inviato correttamente!
Potrai cliccare "indietro" per tornare su questa pagina in tutta tranquillità.

Attività gratuite online o in presenza, individuali o di gruppo.

Attività realizzate da personale qualificato.

Piccole attrezzature sportive verranno donate ai partecipanti.

Logo di Sport at home

Che cos'è Sport@Home

È un progetto volto al miglioramento delle condizioni psico-fisiche dei bambini utilizzando lo sport che ha un potere terapeutico importante, sia dal punto di vista psicologico che fisico, soprattutto per bambini bambini con fragilità, disagi socio-ambientali e che vivono l'ospedalizzazione.

I nostri operatori

Tutte le attività previste dal progetto “Sport @ home” saranno condotte da operatori specializzati in scienze motorie e neuroriabilitazione che riceveranno una formazione iniziale specifica e che eseguiranno formazione e monitoraggi intermedi, con l’accompagnamento e la supervisione di un coordinatore de Il Porto dei piccoli e collaboratori professionisti nell’ambito della psicomotricità e della fisioterapia.

Logo di Sport at home

Ambassador

Amanda Embriaco

Campionessa di Paracanoa

Matteo Iachino

Campione del mondo di Windsurf 2016

Alberto Razzetti

Medaglia d'argento 400m misti Campionati Europei 2021

Francesco Bocciardo

Medaglia d'oro 400m stile libero ai Giochi Paraolimpici di Rio 2016

Furio Benussi

Velista professionista, timoniere, team manager del Fast and Furio sailing team

Fast and Furio Sailing Team

Con il Maxi 100 ARCA SGR

Testimonianze

La mente è in grado di influenzare il corpo fino a renderlo malato o a dargli la forza per guarire.

Ma anche il corpo influenza la mente: l'attività fisica stimola la produzione di endorfine e di serotonina, neurotrasmettitori che producono una sensazione di benessere, migliorando l'umore e prevenendo gli stati depressivi.

Penso che lo sport possa essere usato come mezzo per l'inclusione, con la speranza che a Sport@Home si possano presto affiancare attività all'aperto!

Claudia Porta

Autrice, blogger, insegnante di yoga

Il mare in ospedale

Obiettivi del progetto

• Migliorare le condizioni psico-fisiche dei bambini.
• Diminuire l’ansia dei bambini dovuta alle lunghe terapie e all’impossibilità di svolgere attività all’aperto.
• Migliorare e aumentare le piccole autonomia dei bambini affetti da fragilità.

Con il supporto di

e il patrocinio di

Chi siamo

Il Porto dei piccoli: mare, gioco e cultura per i bambini in ospedale


Portare il mare a tutti i bambini che affrontano la malattia perché attraverso il gioco possano ritrovare gioia e serenità, salpando insieme ogni giorno verso fantastiche avventure lontane dall’ospedale e dal luogo di degenza.

Questa è la mission del Porto di piccoli, nata nel 2005 da un’idea di Gloria Camurati Leonardi e che, partendo dall’istituto G. Gaslini di Genova, in 16 anni ha raggiunto tantissimi bambini in diverse regioni italiane, avviando collaborazioni con i principali centri pediatrici nazionali.

SPORT…

NON SOLO ATTIVITÀ FISICA

Martedì 29 giugno alle 17.00, ti aspettiamo con un evento online sulla pagina Facebook de Il Porto dei piccoli, per dare il via ufficiale al progetto “Sport@home”.

Insieme a Matteo Iachino, campione del mondo di windsurf e ambassador del progetto, e con la moderazione di Annalisa Quaranta, esperta di wellbeing, martedì 29 giugno presenteremo “Sport@home” e parleremo dell’importanza dello sport e del movimento in età evolutiva non solo per la sua valenza nello sviluppo fisico ma soprattutto per il suo valore terapeutico, pedagogico, inclusivo e di benessere psicologico per bambini e ragazzi, soprattutto in condizioni di fragilità.

Saranno insieme a noi:

Gloria CamuratiFondatrice e Direttore generale de Il Porto dei piccoli
Sergio LiardoAmmiraglio della Capitaneria di Genova
Simona FerroAssessore allo Sport Regione Liguria
Federica GazzanoDepartment Manager Decathlon Genova Campi
Marlene Charlie CracasStore Organizer Leader Decathlon Genova Campi
Alice MaggioreResponsabile dialogo e attività con le famiglie de Il Porto dei piccoli
Sara TramanOperatrice Sport@home de Il Porto dei piccoli
Francesca GattiOperatrice Sport@home de Il Porto dei piccoli
Lara CarreaOperatrice Sport@home de Il Porto dei piccoli
Amanda EmbriacoCampionessa di paracanoa
Ugo BiggeriPresidente Etica Sgr
Edvige VeneselliGià Professore Ordinario di Neuropsichiatria Infantile presso l'Università di Genova e Direttore dell'UOC di Neuropsichiatria Infantile presso l'Istituto Gaslini
Chiara AllegriPsicologa e Coordinatrice delle attività de Il Porto dei piccoli
Alberto RazzettiCampione di nuoto
Furio BenussiVelista e Team manager del Fast&Furio Sailing Team

Sport@home è un progetto volto al miglioramento delle condizioni psico-fisiche dei bambini utilizzando lo sport che ha un potere terapeutico importante, sia dal punto di vista psicologico che fisico, soprattutto per bambini con fragilità, disagi socio-ambientali e che vivono l'ospedalizzazione.