Dona il 5x1000

LA BANCHINA il magazine

Sport@HOME progetto finanziato
dal Ministero dello Sport

Chi Siamo

Mare, gioco e cultura

Portare il mare e la cultura del porto a tutti i bambini e i ragazzi che affrontano la malattia perché attraverso il gioco possano ritrovare momenti di serenità e svago.

Questa è la mission del Porto dei piccoli, associazione nata nel 2005 da un’idea di Gloria Camurati Leonardi. Partendo da un reparto dell’Istituto Gaslini di Genova, in 17 anni di attività ha coinvolto oltre 11mila bambini e ragazzi in diverse regioni italiane e avviato collaborazioni con alcuni tra i principali centri pediatrici italiani.

Il Porto dei piccoli si rivolge a ogni bambino, indipendentemente dalla patologia, dedicando particolare attenzione a tutto il nucleo familiare.

Grazie alle donazioni di tanti amici e sostenitori il Porto dei piccoli garantisce 365 giorni all’anno, gratuitamente e tramite il team dei suoi professionisti, l’adeguato supporto ai bambini assistiti.

Vuoi entrare a far parte del Porto dei piccoli?

Se sei una persona dinamica, flessibile e pronta ad affrontare quotidianamente nuove sfide, sottoponici la tua candidatura allegando il tuo CV e una lettera motivazionale.

Un porto sicuro per trovare sostegno

Bambini coinvolti
0 +
Anni di attività
0 +
Progetti
0 +

Evento di lancio Sport@Home - 29 giugno 2021

La Banchina - il magazine online

LA BANCHINA
magazine online

Sfoglia l’ultimo numero

News & Eventi

Sabato 7 Agosto 2021

Sul mare e nel mare
Evento del Porto dei piccoli con la Capitaneria di Porto di Genova all’interno di Let’s go to the beach

Sabato 24 Luglio 2021

Sport@home 2021
“Alla scoperta degli sport acquatici” una collaborazione Il Porto dei piccoli e Decathlon

Venerdì 23 Luglio 2021

Let’s go to the beach
I piccoli dell’Istituto, all’interno del progetto “Let’s go to the beach” dell’Associazione “Il

Sostienici

Un porto sicuro dove chiunque possa trovare sostegno e non sia mai solo ad affrontare la malattia.

Un porto sicuro dove chiunque possa trovare sostegno e non sia mai solo ad affrontare la malattia.

Operatori e volontari entrano ogni giorno nelle corsie d’ospedale e nelle abitazioni dei piccoli in terapia domiciliare, per coinvolgerli con il fascino del mondo marino e condurli con la fantasia anche solo per un’ora lontano dalla quotidianità del luogo di degenza.

Testimonianze

Cosa dicono di noi

Aiutare gli altri aiuta anche me, mi dà soddisfazione dedicare a questo un po’ del mio tempo e poter dire: oggi ho fatto qualcosa di buono, o almeno ci ho provato. Fare volontariato mi aiuta a prestare attenzione alle necessità degli altri, non solo alle mie.
Sabrina Facco, Volontaria

Sabrina Facco, Volontaria

La gita all'Acquario è stata bellissima, C. si è divertito tantissimo, era davvero eccitato all'idea di poter fare una gita con voi! Ha nominato gli squali per una settimana, elencava tutti i suoi pesci preferiti. Siamo rimasti molto colpiti e contenti da questa giornata.
Un papà

Un papà,

Quest’estate la mamma mi diceva sempre che non potevamo uscire, non c’era più la scuola, e nemmeno i giochi dove andavo sempre con i miei fratelli. Sapevo che la mattina era il momento più bello della giornata, perché giocavamo con il mare!
Francesco, 8 anni 

Francesco, 8 anni

Grazie, per quello che fate per noi, tutte le settimane. Per noi è importantissimo, davvero. Non sapremmo cosa fare senza questi aiuti, perché di aiuti si tratta. Senza di voi io non ce la farei ad andare avanti, perché sono sola... siete i nostri angeli.
Una nonna 

Una nonna,

L’emozione di sentire una mamma che al telefono ti risponde e ti dice che in un momento come questo del Covid-19 sapere che la chiamiamo le dà forza per andare avanti è ciò che da significato al lavoro e ti fa comprendere quanto sia importante.
Umberta Nasturzio, Operatrice 

Umberta Nasturzio , Operatrice